Solidarietà

Tartufo Bianco, una delizia davvero preziosa

Al via la stagione del ricercato tubero della Valsamoggia con una serata benefica a favore della Fondazione Hospice Seràgnoli.

È uno dei re della tavola, che come per incanto torna ogni autunno a guarnire piatti e a dare il suo tocco di sapore unico a tante ricette. Difficile da scovare, prezioso da gustare, il pregiato tartufo della Valsamoggia è stato festeggiato lo scorso 14 ottobre presso la Galleria Cavour di Bologna, dove è andata in scena la quarta edizione dell’esclusiva “White Truffle Night”. Con questa iniziativa – che si svolge con il patrocinio del Comune di Bologna, Città Metropolitana di Bologna e del Comune di Valsamoggia – Galleria Cavour, come ormai tradizione, si è trasformata per una sera in prestigioso palcoscenico per il tartufo locale, un’occasione unica per celebrare l’inizio dei 100 giorni della ricerca del tartufo bianco, nobile prodotto di queste terre.

Novità di questa edizione: Galleria Cavour e Appennino Food Group, azienda leader del settore tartufi e funghi – con la collaborazione della Associazione Amici della Fondazione Hospice Seràgnoli – hanno promosso un’iniziativa benefica il cui ricavato è stato interamente devoluto alla Fondazione.
Nell’area Quadrivio di Galleria Cavour, infatti, è stata allestita una charity dinner placé interpretata da Vivivalsamoggia, nel corso della quale è stata battuta un’asta benefica del tartufo bianco pregiato.

Leggi altri articoli...

Cura

Una cultura psicologica per i professionisti della cura

Oltre alle attività rivolte ai bisogni dei pazienti e dei loro familiari, le professioniste del Servizio di Psicologia della Fondazione Hospice Seràgnoli svolgono un ruolo fondamentale nella gestione del carico emotivo dei singoli operatori e nel facilitare le dinamiche all’interno dell’équipe multidisciplinare.

Leggi di più
Cura, Diritto e Normativa, Incontri

219: una legge ad personam

A quattro anni dalla sua entrata in vigore, la normativa che introduce le Disposizioni Anticipate di Trattamento e la Pianificazione Anticipata delle Cure si conferma uno strumento che, oltre a rimettere al centro il paziente, sta trasformando la relazione di cura e il ruolo dei professionisti sanitari.

Leggi di più
Cura, Incontri

Una lingua comune per riconnettere i pazienti al mondo

Un viaggio lungo un filo sospeso tra l’idea di guarigione e quella di cura. Con Cosa sognano i pesci rossi Marco Venturino, medico anestesista, si immerge nel tumulto di pensieri, angosce e interrogativi che – nel silenzio – uniscono il destino del malato a quello del curante.

Leggi di più

Resta sempre

aggiornato.

Dichiaro di aver preso visione e compreso il contenuto dell’Informativa Newsletter per il trattamento dei dati personali e acconsento all’iscrizione alla newsletter e al conseguente invio di materiale promozionale sulle attività e iniziative della Fondazione e sull’invio di comunicazioni ulteriori come richieste di donazione, inviti alle iniziative organizzate dalla Fondazione, sondaggi di opinione e promozioni relative alle attività istituzionali.