Sostienici
Lasciti

Attraverso un lascito, la Fondazione Hospice ha la possibilità di garantire un futuro senza dolore ai pazienti con malattie inguaribili.
“La volontà di lasciare un segno” è una piccola guida informativa che aiuta a capire come poter disporre di un proprio bene e mettere in pratica il desiderio di fare qualcosa per gli altri.

Fare testamento: un atto di generosità e attenzione verso gli altri

La Fondazione Hospice Seràgnoli esiste per tutelare la qualità di vita e la dignità delle Persone affette da malattie inguaribili. Ecco perché ricordarsi della Fondazione Hospice, anche con un piccolo lascito: una goccia preziosa che può dare sollievo in un momento della vita in cui ogni attimo assume un immenso valore.

Fare testamento non è difficile. Per la sua formulazione occorre semplicemente seguire alcune regole indicate dalla legge, pena l’annullamento del documento. Il testamento è un atto strettamente personale, non può essere formulato da terzi, pertanto, la sua stesura non può essere delegata a un coniuge o a un parente.

Cosa puoi lasciare alla Fondazione Hospice?

  • Lasciti in denaro;
  • Azioni e Fondi di investimento;
  • Beni immobili (appartamenti, terreni, fabbricati);
  • Trattamenti di fine rapporto (TFR) e polizze vita;
  • Beni mobili come gioielli, opere d’arte…

 

Nel caso di beni mobili o immobili è importante che la Fondazione abbia la possibilità di trasformarli in denaro da investire nelle sue attività di assistenza, formazione e ricerca. Affinché la Fondazione sia designata come beneficiario, è necessario inserire il nome per esteso (Fondazione Hospice MT. Chiantore Seràgnoli e il relativo codice fiscale – 02261871202).

Le disposizioni testamentarie a favore della Fondazione Hospice sono esenti da qualunque forma di tassazione: l’intero valore del lascito sarà dedicato ai progetti della Fondazione.

Come verranno utilizzati i lasciti

I lasciti testamentari saranno utilizzati per sostenere le attività della Fondazione Hospice sia in ambito assistenziale – per garantire ai pazienti e ai loro familiari servizi e ambienti sempre più qualificati e confortevoli – sia in ambito di formazione e ricerca – per l’aggiornamento costante di professionisti e operatori in grado di rispondere in modo adeguato e professionale ai bisogni fondamentali di pazienti e famiglie.


Alcune risposte alle domande più frequenti sui lasciti

Chi può fare testamento?

Tutti coloro che non sono dichiarati incapaci dalla legge. I casi di incapacità, che rendono annullabile il testamento, sono:

  • coloro che non hanno compiuto la maggiore età
  • gli interdetti per infermità mentale
  • gli incapaci naturali, ossia coloro che, per un qualsiasi motivo (anche temporaneo come ubriachezza o assunzione di droghe) sono incapaci di intendere e di volere nel momento in cui scrivono il testamento.

Fare testamento è costoso?

Il testamento olografo non ha costi a meno che non venga depositato presso uno studio notarile. In caso di testamento pubblico o segreto il costo è accessibile per chiunque e comunque offre garanzie che hanno un valore superiore alle spese sostenute.

Il testamento olografo può essere redatto anche a macchina o con il computer?

No, il testamento olografo deve essere redatto esclusivamente a mano dal testatore stesso e non da altri, pena il suo annullamento.

Il testamento perde validità nel tempo?

No. Il testamento resta valido a meno che non venga espressamente revocato o non ve ne sia uno posteriore.

Posso redigere un nuovo testamento?

Certo, ma al momento di farlo è opportuno dichiarare che si revoca quello precedente.

Posso modificare o revocare il testamento?

Il testamento è un atto che può essere revocato o modificato in qualunque momento della vita. In particolare, quando muta la situazione familiare a causa di separazioni, matrimoni, nascite, divorzi.

In assenza di testamento, fino a che grado i miei parenti possono ereditare i miei averi?

Nel caso in cui non vi sia un testamento, possono avere diritto a una parte del patrimonio i parenti fino al sesto grado.

Se non ho eredi e non faccio testamento cosa succede al mio patrimonio?

In mancanza di eredi, l’intero patrimonio passa automaticamente allo Stato. Facendo testamento, invece, il testatore può decidere liberamente a chi destinarlo.

Chi sono gli “eredi legittimi”?

Gli eredi legittimi sono coloro ai quali si devolve per legge l’eredità in assenza di testamento. Sono eredi legittimi il coniuge, i figli e i parenti entro il sesto grado.

Che cos’è la “legittima”?

La legittima è la quota del patrimonio del defunto che necessariamente deve essere lasciata a determinati suoi stretti congiunti (detti eredi necessari o legittimari).

I coniugi possono redigere un unico testamento?

No. Il testamento è strettamente personale. Ogni coniuge deve esprimere le proprie volontà in testamenti separati.

È necessario nominare un esecutore testamentario?

No, ma è consigliabile nel caso in cui la propria situazione patrimoniale sia complessa o vi siano più eredi. Lo scopo della nomina è avere la garanzia di un esatto e puntuale svolgimento della procedura di successione.

Per ulteriori informazioni

Ufficio Raccolta Fondi
Tel. 051 271060
dono@FondazioneHospiceSeragnoli.org

Altri modi per sostenerci

Bonifico bancario

IT 71 D 02008 05351 000003481967

Bollettino o bonifico postale

c/c postale 000029216199

Come destiniamo i fondi raccolti

Uscite

7.3 M
81%

Assistenza

18%

Formazione e Ricerca

1%

Divulgazione

Tutte le donazioni erogate in favore della Fondazione Hospice danno diritto a benefici fiscali in sede di Dichiarazione dei Redditi.

Resta sempre
aggiornato.

Dichiaro di aver preso visione e compreso il contenuto dell’Informativa Newsletter per il trattamento dei dati personali e acconsento all’iscrizione alla newsletter e al conseguente invio di materiale promozionale sulle attività e iniziative della Fondazione e sull’invio di comunicazioni ulteriori come richieste di donazione, inviti alle iniziative organizzate dalla Fondazione, sondaggi di opinione e promozioni relative alle attività istituzionali.