Solidarietà

I Tortellini? Fanno bene!

I tortellini sono uno dei simboli dell’Emilia più viva, più antica, più… buona. Per sperimentare questa storia di bontà il punto di riferimento, ormai da otto anni, è il Festival del Tortellino, la cui ultima edizione si è svolta a Bologna lo scorso 6 ottobre, a Palazzo Re Enzo.

Nel corso della manifestazione, organizzata dalla RistoAssociazione TOur-tlen, 23 chef sono stati chiamati a dare altrettante interpretazioni del tortellino: con verdure, al sapore di mare o di montagna, dedicati ad alcune città italiane, freak & chic e addirittura dai profumi esotici. Unica regola per tutti, la sfoglia tirata al mattarello e la forma del tortellino classico. L’associazione TOur-tlen ha offerto così a cittadini, turisti e buongustai un momento di incontro e di festa. Ma anche in un’occasione per dedicare attenzione agli altri: tutto il ricavato della vendita dei gadget e dei libri presenti alla manifestazione, oltre a una parte del ricavato dell’intero evento, sono stati devoluti alla Fondazione Hospice MT. Chiantore Seràgnoli.

Leggi altri articoli...

Cura

Una cultura psicologica per i professionisti della cura

Oltre alle attività rivolte ai bisogni dei pazienti e dei loro familiari, le professioniste del Servizio di Psicologia della Fondazione Hospice Seràgnoli svolgono un ruolo fondamentale nella gestione del carico emotivo dei singoli operatori e nel facilitare le dinamiche all’interno dell’équipe multidisciplinare.

Leggi di più
Cura, Diritto e Normativa, Incontri

219: una legge ad personam

A quattro anni dalla sua entrata in vigore, la normativa che introduce le Disposizioni Anticipate di Trattamento e la Pianificazione Anticipata delle Cure si conferma uno strumento che, oltre a rimettere al centro il paziente, sta trasformando la relazione di cura e il ruolo dei professionisti sanitari.

Leggi di più
Cura, Incontri

Una lingua comune per riconnettere i pazienti al mondo

Un viaggio lungo un filo sospeso tra l’idea di guarigione e quella di cura. Con Cosa sognano i pesci rossi Marco Venturino, medico anestesista, si immerge nel tumulto di pensieri, angosce e interrogativi che – nel silenzio – uniscono il destino del malato a quello del curante.

Leggi di più

Resta sempre

aggiornato.

Dichiaro di aver preso visione e compreso il contenuto dell’Informativa Newsletter per il trattamento dei dati personali e acconsento all’iscrizione alla newsletter e al conseguente invio di materiale promozionale sulle attività e iniziative della Fondazione e sull’invio di comunicazioni ulteriori come richieste di donazione, inviti alle iniziative organizzate dalla Fondazione, sondaggi di opinione e promozioni relative alle attività istituzionali.